Albero di Natale e addobbi sostenibili: SOS-Natale

Albero di Natale e addobbi sostenibili SOS-Natale

In questi giorni nella gran parte delle nostre case spunteranno abeti, decorazioni, lucine, pastori, pecorelle, angeli, .., circondati da muschio, agrifoglio, finta neve, vischio, paglia, e ogni altro oggetto vi venga in mente.

 

Qualche consiglio per rendere sostenibile tutto ciò.

Starete pensando “Perché, che bisogno c’é? Cosa c’è di sbagliato nel voler fare un albero e un presepe con elementi naturali?”

Nulla, se lo si fa nel modo corretto! Il problema è che spesso non sappiamo che alcune specie sono protette e che dunque NON andrebbero assolutamente prelevate dai boschi!

 

Ma, iniziamo con ordine:

Albero di Natale: scelta dell’albero

Prediligere alberi da vivaio, ad alberi che sono stati tagliati da un bosco!

  • Se scegliamo un albero con radici: al termine del periodo natalizio, possiamo
  1.  piantarlo in giardino
  2.  regalarlo a qualcuno che lo pianti nel suo giardino

EVITARE di piantarlo ai margini o in un bosco di abeti: spesso queste piante vengono importate da paesi esteri, e se l’albero prendesse e diventasse fertile, i suoi pollini andrebbero a mescolarsi a quelli degli abeti locali dando vita a specie miste (il che non sempre rappresenta un evento desiderabile!).

Nota che i pollini possono essere trasportati dal vento anche a distanze enormi!

 

  • Se scegliamo un cimale (albero senza radici, ottenuto da taglio), allora, per il suo smaltimento ci sono varie opzioni:
  1. in molte città sono stati attivati servizi di smaltimento che raccolgono questi alberi e li trasformano in compost. per maggiori informazioni, clicca qui.
  2.  riciclare l’albero in maniera creativa:

le fronde possono essere utilizzate per pacciamare (coprire il terreno) orti, giardini: in questo modo, il terreno sarà coperto e protetto durante i mesi più freddi, e le sostanze organiche contenute nelle fronde stesse concimeranno il terreno.

Il tronco può essere tagliato in anelli (usando un seghetto manuale) da trasformare in simpatiche decorazioni per l’albero di Natale del prossimo anno, o come portachiavi, o sottobicchieri, o ..(libero spazio alla fantasia!)

NOTA BENE: non usare mai sostanze chimiche sull’albero! Se inquinato, nessuna delle idee su riportate può essere utilizzata!

 

Decorazioni e Presepe:

  • muschio: immaginate se ogni persona che fa un presepe esce di casa, si reca nel bosco più vicino, e raccoglie del muschio per decorare il suo presepe, perchè tanto è solo un po’ di muschio! Cosa succederebbe, in un’area densamente popolata? Un disastro!!! Il muschio ha un ciclo di riproduzione lento, ed è una specie protetta: lasciamolo in pace sulle rocce a godere dell’umidità, piuttosto che lasciarlo seccare nei presepi in casa! E se proprio l’abbiamo già raccolto! Rimettiamolo in natura: ha una elevata capacità di sopravvivenza, e probabilmente potrebbe tornare a vivere (tentar non nuoce…)!
  • agrifoglio: specie protettissima! Per dare un po’ di colore rosso, usate invece rametti di rosa canina!
rosa canina
Rosa canina
  • vischio: ebbene si, anche questa è una specie protetta! Evitiamo di raccoglierlo! E se proprio non possiamo fare a meno di credere alla leggenda del bacio sotto il vischio…beh, sarà una buona scusa per andare a fare una passeggiata nel bosco, e dare il famoso bacio sotto a un vischio vivo 

 

Poche azioni, piccole accortezze, e gli addobbi di Natale saranno portatori di alti ideali (e vi daranno occasioni di chiacchiere 😉 )

Queste sono solo un esempio di azioni! Ovviamente ce ne sono molte e molte altre!

 

Idee?

 

Per un SOS-Natale ogni gesto è importante: per quanto insignificante sembri, unito ad altri gesti, farà la differenza!

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*